GRUPPO TIM

Libere di muoversi

Istruzione e Ricerca Scientifica

Libere di muoversi

Al fianco delle bambine con sindrome di Rett.

Istruzione e Ricerca Scientifica

Ente beneficiario
  • Associazione Italiana Rett Onlus (AIRETT)
Verona
A CHI È RIVOLTO
Bambine affette da sindrome di Rett

Status del progetto

30%

Data di partenza

01.2022

Durata

12 mesi

Valore del contributo 135.000€

€ 135.000

Descrizione e obiettivi del progetto

Il progetto Libere di muoversi, dell’Associazione Italiana Rett Onlus (AIRETT) di Verona, vuole migliorare la qualità della vita delle bambine con la sindrome di Rett e dare supporto a chi si prende cura di loro.

Obiettivo del progetto è di realizzare un deambulatore intelligente in grado di ripristinare l’autonomia nel cammino delle ragazze affette dalla sindrome di Rett.

L’ausilio robotico intelligente per la deambulazione sarà sviluppato per poter essere impiegato nelle seguenti modalità:

  1. Interattiva. Tramite un joystick si andrà ad interagire con le utenti come farebbe una persona che ti prende per mano ed attraverso dei semplici movimenti ti spinge delicatamente lungo la direzione da intraprendere. Implementando un controllo di forza proporzionale ai comandi del joystick sarà possibile da parte dei familiari e fisioterapisti accompagnare le bambine in modo per nulla invasivo ed al contempo molto efficace.
  2. Passiva. In questa modalità il deambulatore sarà in grado al contempo di stabilizzare lateralmente le utenti e di lasciare libero il movimento in direzione frontale.
  3. Attiva. In questa modalità il sistema sarà in grado di stimare in tempo reale la postura della bambina e pianificare in contemporanea un movimento del deambulatore in grado sia di avviare che di assecondare l’esecuzione delle varie fasi del passo.

Il dispositivo si propone due finalità:

  • Riabilitazione: il deambulatore potrà essere utilizzato in autonomia o essere pilotato da un agente esterno (genitore o fisioterapista ad esempio) come stimolo alla mobilità.
  • Autonomia: il deambulatore in questa modalità sarà in grado di assecondare la bambina stabilizzandone il bacino ed assecondando avanzamento e rotazione in modo da recuperare il pattern corretto della camminata.

Utilizzo innovativo delle tecnologie

La cintura sarà attrezzata con specifici sensori adatti al reperimento dei dati e a garantire la sicurezza nello spostamento.

Al fine di realizzare l’ausilio robotico intelligente per la deambulazione un team multidisciplinare, composto da esperti di ingegneria, informatica e terapisti, lavorerà sullo sviluppo delle parti meccaniche e del software adatti a questo specifico utilizzo.

documenti