GRUPPO TIM

FOUR-T Trial Medicina 4.0

Istruzione e Ricerca Scientifica

FOUR-T Trial Medicina 4.0

Sosteniamo l'eccellenza sulla diagnosi e sul trattamento delle malattie strutturali del cuore.

Istruzione e Ricerca Scientifica

Ente beneficiario
  • Fondazione Alfieri per il Cuore
Lombardia
A CHI È RIVOLTO
Paziente post intervento valvolare per patologia della valvola tricuspide

Status del progetto

71%

Data di partenza

03.2022

Durata

12 mesi

Valore del contributo 50.000€

€ 50.000

Descrizione e obiettivi del progetto

Attualmente le modalità di controllo per i pazienti affetti da valvulopatia della tricuspide sono complesse, non chiaramente definite né standardizzate.

Il progetto FOUR-T TRIAL – Medicina 4.0 Gestione integrata della valvulopatia Tricuspidale in Team Territoriale supportato da Telemedicina, della Fondazione Alfieri per il Cuore, si rivolge a questi malati al fine di migliorarne la presa in carico, dalla diagnosi alla decisione terapeutica e alla successiva continuità di cure.

Obiettivo del progetto è di testare la fattibilità di una rete regionale di assistenza che colleghi le strutture e gli operatori coinvolti nell’intera filiera di presa in carico del malato, supportata da utilizzo di hub digitale e mirata a migliorare la continuità delle cure di pazienti affetti da cardiopatia cronica e, nello specifico, da malattia della valvola tricuspide e insufficienza cardiaca, sottoposti a trattamento interventistico transcatetere o chirurgico.

Il progetto si propone di:

  • facilitare l’accesso ai servizi (interventistica strutturale e cardiochirurgia) per i pazienti lombardi
  • migliorare il rapporto di collaborazione fra la rete ospedaliera e la rete territoriale (rete cardiologica, Strutture ambulatoriali territoriali e MMG)
  • migliorare l’allocazione delle risorse per garantire dati di HTA che supportino un sistema di rimborsi sostenibile e basato su VBHC
  • migliorare efficacia e appropriatezza delle cure attraverso verifica degli esiti e integrazione delle informazioni tra territorio e centri ad alta specializzazione.

Utilizzo innovativo delle tecnologie

Grazie alla telemedicina, il paziente viene portato al centro di un sistema che se ne prende realmente carico. Si valorizza il rapporto tra territorio e strutture ospedaliere, integrando tutti gli ausili tecnologici.

Attraverso un HUB tecnologico verranno raccolti dati continuativi e omogenei sul paziente, mediante dispositivi wearable e impiantabili. Verrà creato un fil rouge che colleghi il medico di base, lo specialista, i centri diagnostici e quelli di alta specializzazione: tutti concorreranno in maniera trasversale alla presa in carico del malato, dai primi sintomi al follow up.

documenti