GRUPPO TIM

Smart@pp 2.0

Smart@pp 2.0

L'evoluzione della piattaforma per la formazione di educatori

Il progetto prevede la realizzazione di una piattaforma per la formazione di educatori ed insegnanti all’osservazione dello sviluppo e all’uso di strategie educative privilegiate per bambini con anomalie dello sviluppo. 

Inclusione Sociale

Ente beneficiario
  • Istituto Superiore di Sanità
Roma - Vicenza
A CHI È RIVOLTO
Educatori e insegnanti di bambini con anomalie dello sviluppo

Status del progetto

100%

Data di partenza

01.2019

Durata

24 mesi

Valore del contributo 200.000€

€ 200.000

Descrizione e obiettivi del progetto

L’accessibilità alle principali strategie evidence-based finalizzate a sostenere lo sviluppo delle abilità comunicative e sociali del bambino nel contesto di vita naturale, può impattare positivamente le traiettorie di sviluppo a breve e a lungo termine dei bambini, con conseguenti ricadute in termini di impegno e costi del servizio sanitario nazionale. Questi contenuti possono essere più facilmente veicolati nei contesti privilegiati all’osservazione, alla cura e al benessere del bambino: oltre al pediatra di famiglia, il contesto scolastico e quello familiare possono impegnarsi in percorsi educativi comuni per valorizzare le stimolazioni più appropriate da sottoporre al bambino.

Evoluzione della piattaforma Smart@pp, il progetto prevede lo sviluppo di una piattaforma per la formazione di educatori ed insegnanti all’osservazione dello sviluppo e all’uso di strategie educative privilegiate per bambini con anomalie dello sviluppo. Gli educatori aderenti alla sperimentazione potranno accedere ad una formazione specifica focalizzata su una scheda di osservazione dei comportamenti comunicativi, adattativi e della relazione. Successivamente sarà proposto un percorso di formazione riguardante le stimolazioni più indicate per il bambino con specifiche anomalie di sviluppo. La piattaforma proporrà contenuti multimediali (schede ma anche webinar, video clip, etc) per garantire l’efficacia nel presentare esempi e casistiche reali.

Gli operatori che avranno raggiunto un adeguato livello di formazione potranno quindi iniziare la sperimentazione sul campo, tracciando sul sistema le abilità carenti per i bambini osservati e ricevendo le indicazioni educative con esempi concreti per ogni singola abilità carente rilevata. Il team è composto dall’Istituto Superiore di Sanità, che coordina l’equipe multidisciplinare di clinici, ricercatori esperti e informatici per lo sviluppo della piattaforma e dei contenuti: per l’identificazione delle strutture e degli educatori che accederanno alla formazione in questa fase, il progetto si avvarrà del supporto del il Dipartimento Servizi Educativi e Scolastici, Politiche della Famiglia e dell’Infanzia di Roma Capitale e del Comune/AULSS8 di Vicenza.