Sei un ente? Accedi o Registrati
12.05.2020

TIM promuove azioni di sostegno tecnologico

per i pazienti sordi affetti da Covid-19 ricoverati in ospedale.

L’iniziativa, finalizzata a fornire aiuto nella comunicazione con il personale sanitario e i familiari per tutto il periodo di emergenza Covid-19, ha permesso di attivare ausili tecnologici su un migliaio di device precedentemente distribuiti a circa 75 enti ospedalieri in 11 regioni italiane.

TIM ed ENS Ente Nazionale Sordi - Onlus, in cooperazione con Fondazione TIM, hanno promosso un’azione di sostegno tecnologico ai pazienti sordi affetti da Covid-19 e altre patologie connesse, che si trovano ricoverati in condizione d’isolamento presso circa 75 ospedali in 11 regioni del Paese (Campania, Emilia Romagna, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Molise, Piemonte, Puglia, Sicilia e Veneto).
Grazie alla collaborazione con ENS, associazione di riferimento in Italia, su oltre 1.000 tablet e cellulari dotati di SIM a traffico gratuito è stato configurato un link alla sezione del sito dedicata, con possibilità di fruire gratuitamente del servizio di interpretariato LIS (Lingua dei segni italiana).
Per tutto il periodo d'emergenza, l’iniziativa garantirà alle persone sorde accolte in ospedale la possibilità di comunicare efficacemente con il personale medico e paramedico e con i propri cari all'esterno. 
Nei dispositivi distribuiti sarà resa disponibile successivamente anche l'App sviluppata da Pedius che permette di telefonare, in tempo reale e 24/7, convertendo il testo scritto in parlato e viceversa, con uso gratuito illimitato per i sordi in questo periodo di emergenza Covid-19.
L’attività rientra nell’ambito del progetto "Operazione Risorgimento Digitale", la cui mission è accelerare il processo di digitalizzazione del Paese anche attraverso attività a carattere sociale e a favore di chi ha bisogno.
Alle attività svolte è stato dedicato anche l’impegno volontario da parte delle persone affette da sordità che lavorano in TIM.
Prosegue in questo modo l’impegno di TIM a fianco di coloro che si trovano ad affrontare nel nostro Paese situazioni di difficoltà dovute alla diffusione del virus.

Per maggiori informazioni clicca qui.