Come avviene la registrazione?

Leggi la risposta

Compilando l’apposita procedura di registrazione disponibile sul sito www.fondazionetim.it, all’interno dell’Area Enti, in cui il compilatore dovrà scegliere il proprio nome utente, indicare un indirizzo di posta elettronica valido e fornire alcune informazioni generali.

Se si perdono nome utente e password, come è possibile procedere?

Leggi la risposta

Nella pagina di login è possibile richiedere via mail il nuovo invio delle credenziali di accesso, selezionando il link "Hai dimenticato la password?" oppure "Hai dimenticato l'Username?".

Siamo un Ente che ha una storia secolare e non è possibile risalire alla data di costituzione, che risale al Medioevo. Come dobbiamo rispondere alla domanda sulla data di costituzione dell’ente? Cosa possiamo allegare alla voce “Atto Costitutivo”?

Leggi la risposta

Indicate nel campo "data di costituzione" la data che ritenete corretta o una data fittizia accettata dal sistema. Se non disponete di un documento costitutivo o ricognitivo della costituzione, allegate una dichiarazione nella quale siano indicati i riferimenti in vostro possesso sulla costituzione dell'ente.

Si possono modificare o cancellare i progetti?

Leggi la risposta

Sì, fino all’invio definitivo del progetto attraverso la procedura online.

Esiste una quota minima e massima per la richiesta di co-finanziamento?

Leggi la risposta

Sì. Fondazione TIM finanzia fino all'80% del valore complessivo del progetto. Dunque, il co-finanziamento sarà pari al 20%.

Chi può accedere ai contributi della Fondazione TIM?

Leggi la risposta

Fondazione TIM eroga i suoi contributi a soggetti del terzo settore e Istituzioni che operano senza finalità di lucro.

Cosa si intende per “co-finanziamento”?

Leggi la risposta

Il co-finanziamento deve essere esposto indicando le fonti di entrata, diverse dal contributo ed incluse eventuali risorse proprie, che l'associazione prevede di utilizzare per coprire gli oneri del progetto.
Il co-finanziamento può essere affidato ad eventuale co-finanziatore esterno, sia esso pubblico o privato, provenire da risorse proprie dell'organizzazione proponente o essere generato dallo stesso progetto. In caso di co-finanziatore esterno si chiede di precisarne la denominazione, il rapporto con l'ente proponente [contributo, sponsor o altro] e lo stato di avanzamento della richiesta.
La capacità dell'ente proponente di coprire il costo complessivo dell'intervento con risorse diverse dal contributo a fondo perduto viene valutata positivamente.

Come si comprende se la registrazione è andata a buon fine?

Leggi la risposta

Il sistema invia una mail all’indirizzo di posta elettronica indicato, con la richiesta di conferma, effettuata la quale l’utente completa le proprie informazioni indicando la password prescelta. Un messaggio automatico inviterà a quel punto l’utente ad effettuare il login con le proprie credenziali di accesso.

Si possono modificare i dati relativi alla registrazione?

Leggi la risposta

È possibile, entrando nella sezione "Area Enti", alla voce "Registrazione".

Siamo un Ente Pubblico e l’organo amministrativo è composto da 55 persone. È necessario compilare il profilo ente indicando i dati di tutti?

Leggi la risposta

In questo caso può essere sufficiente inserire i dati del rappresentante legale [es. Sindaco, Rettore, etc.] e fornire una dichiarazione, negli allegati liberi, contenente i dati di tutti i membri dell'Organo.

Come faccio a sapere se il mio progetto è stato/non è stato accettato?

Leggi la risposta

A conclusione della fase di analisi dei progetti pervenuti, Fondazione TIM comunicherà l’esito esclusivamente ai vincitori.

Il “co-finanziamento” può essere rappresentato da ore di lavoro volontario dei nostri soci?

Leggi la risposta

Non si prevede il riconoscimento/la valorizzazione di ore di volontariato.

Sono ammesse a titolo di co-finanziamento le ore/lavoro del personale dedicato al progetto?

Leggi la risposta

No, in quanto le ore impiegate dal proprio personale sul progetto non costituiscono una fonte di finanziamento, bensì una spesa che è possibile imputare al progetto nella relativa voce del piano economico ed esclusivamente se il personale in questione svolge attività direttamente riferite al progetto.

Sono ammesse spese per consulenze esterne? Se sì, in quale misura?

Leggi la risposta

È possibile delegare a soggetti terzi la fornitura di specifici servizi o beni che formano parte integrante del progetto, ferme restando:
• la responsabilità dei proponenti, nei confronti di Fondazione TIM, per la realizzazione degli obiettivi del progetto;

• i limiti massimi indicati dal bando per specifiche tipologie di spesa, quali gli oneri di supporto generale e le spese per oneri pluriennali.

Inoltre, i costi per prestazioni di professionisti esterni sono ammissibili, purché esclusivamente sostenuti nell’ambito del progetto e funzionali alla sua realizzazione. Tali oneri devono essere inseriti nella relativa voce del piano economico ed i relativi rapporti devono essere dettagliati nell’allegato personale impiegato della procedura.
Infine, qualora si tratti di attività inerenti la fase di progettazione economico-gestionale, gli oneri relativi confluiranno fra le spese generali per le quali è previsto un valore massimo del 10% del valore complessivo del progetto.

Come rimuovere un allegato inserito per errore e modificare il nome Ente (username)?

Leggi la risposta

È possibile cancellare un allegato inserendone uno nuovo (alternativo).
Invece, per quanto riguarda la username, non è possibile modificarla.

Il nostro ente è stato costituito solo da alcuni mesi. Non possiamo, pertanto, inserire l’ultimo ed il penultimo bilancio. Come facciamo?

Leggi la risposta

Nella pagina "Allegati" del Profilo Ente, alla prima domanda
Ente di nuova costituzione: (si considera di nuova costituzione l'ente costituito da meno di due anni dalla data odierna)*
rispondendo "sì" i campi indicati non saranno più obbligatori. Sarà, tuttavia, necessario inserire un bilancio preventivo che può consistere anche in una dichiarazione da parte dell'organo amministrativo con una descrizione, analitica e quantitativa, delle attività che l'ente intende svolgere.

Facciamo parte di un Dipartimento Universitario. Dobbiamo compilare il profilo ente con i dati dell’Università o con quelli del Dipartimento?

Leggi la risposta

Deve registrarsi autonomamente ogni soggetto avente autonomia giuridico-fiscale, pertanto:
- se il Dipartimento opera con lo stesso codice fiscale/p.iva dell'Università, sarà necessario effettuare la compilazione come Università;
- se, invece, il Dipartimento dispone di autonomia giuridico-fiscale, quindi opera con un differente codice fiscale/p.iva, potrà compilare il profilo ente con i dati del Dipartimento.
Nota bene: nel primo caso, più richieste provenienti dallo stesso ente possono provocare l'inammissibilità di tutti i progetti presentati da uno stesso ente, se ciò è previsto dallo specifico bando.

Cosa può rientrare nella voce “spese di personale amministrativo”?

Leggi la risposta

Negli oneri relativi al personale amministrativo possono essere ricompresi i costi lordi di personale dipendente per le attività non riferibili a specifiche azioni del progetto ma direttamente imputabili al progetto stesso, quali appunto direzione, coordinamento, monitoraggio e rendicontazione. Tali oneri concorrono, insieme alle altre spese generali individuate, alla formazione del limite del 10% sul costo complessivo del progetto stesso.

Quali oneri possono essere inclusi nel Piano Economico?

Leggi la risposta

Il regolamento di rendicontazione specifica nel dettaglio quali tipologie di oneri possono essere incluse nel Piano Economico del Progetto.
In ogni caso, viene richiesto che gli oneri siano sostenuti dopo l'avvio del progetto. Non possono, pertanto, essere incluse spese correnti già sostenute alla data di presentazione della domanda di contributo.

Chi non può accedere ai contributi?

Leggi la risposta

Tutti i soggetti che operano con finalità di lucro e le persone fisiche.

Come si può accedere ai contributi?

Leggi la risposta

È possibile accedere ai contributi della Fondazione dalla sezione "Come partecipare" del sito www.fondazionetim.it caricando un progetto attraverso la procedura on line. La Fondazione indicherà di volta in volta gli spazi temporali in cui sarà possibile proporre il proprio progetto.
Per proporre un progetto, è necessario essere registrati al sito.